mercoledì 2 marzo 2011

Il dilemma - 2

Continua da Il dilemma - 1

Paperinik decide quindi di andare a scuola, mostrandosi tra l'altro estremamente felice. 
Inizia la lezione, ma già dal primo giorno si presenta un problema. Durante la lezione viene chiamato continuamente in causa perché c'è un malvivente che si aggira in città. E ogni volta, non appena bloccata la minaccia, Paperinik torna felice in classe chiedendo umilmente scusa.
La maestra è costretta ogni volta ad interrompere la lezione e all'ennesima chiamata sbotta. Anche i genitori dei bambini protestano perché non viene data la giusta educazione ai loro pargoli
E quindi, dopo questa rivolta, le autorità scolastiche sono costrette a dare il diploma di licenza elementare "honoris causa" a Paperinik che quindi diventa libero da obblighi scolastici.
Alla fine Paperinik si mostra alla folla dispiaciuto - chiaramente fingendo - di non poter andare più a scuola.
"Se non li puoi battere, unisciti a loro
Se non puoi frenare, accelera
Se vuoi scontentarli, soddisfali"
Con il passare del tempo il suo significato si è decisamente chiarito per me. Spesso per convincere qualcuno che sta facendo una cosa inopportuna diventa necessario fargliela fare, affinché se ne renda conto da solo e a sue spese. In ogni caso non sempre le conseguenze sono quelle di una storia a fumetti.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...